Versatili e pratiche le lenti a contatto sembrano la soluzione migliore per i piccoli che hanno sempre voglia di correre ed esplorare in totale libertà!

Molti genitori ci chiedono se i bambini possono utilizzare le lenti a contatto e a partire da quale età, ma in realtà non esistono controindicazioni particolari riguardo l’utilizzo di lenti a contatto in età pediatrica: lo prova il fatto che i neonati operati molto presto di cataratta congenita indossano lenti a contatto morbide durante tutta la durata della riabilitazione.

Due professionisti sono tuttavia fondamentali per guidare le famiglie nella scelta: il medico oculista che ha diagnosticato il disturbo della vista nel bambino e l’ottico contattologo, che deve vantare una solida esperienza utile a indirizzare verso questo o quel tipo di lente a contatto.

Esclusi dunque impedimenti di tipo oggettivo, decidere se e quando lasciare che il bambino utilizzi le lenti a contatto non è tanto un fatto di età anagrafica ma piuttosto di maturità, intesa come capacità del bambino di indossare e togliere da solo le lenti e prendersene cura con la ordinaria manutenzione.

In genere questo succede a partire dai 7 anni quando l’utilizzo delle lenti a contatto è particolarmente consigliato per i bambini che considerano il portare gli occhiali come un “difetto” e un possibile motivo di derisione da parte dei compagni. Gli occhiali, inoltre, sono più costosi e il fatto che il bambino possa perderli, romperli o graffiarli ci fa ulteriormente riflettere sulla convenienza delle lenti a contatto.

Decidere per questa soluzione, tuttavia, richiede un certo senso di responsabilità da parte del minore, il quale comunque non dovrebbe mai essere forzato ma scegliere liberamente. Anche il preferire le lenti per evitare di essere preso in giro non ci sembra, di per sé, una motivazione sufficiente. Piuttosto si dovrebbe far riflettere il bambino sulla superficialità di alcuni comportamenti altrui e cercare di sciogliere tutte le pressioni che sembrano influenzare il suo desiderio.

Naturalmente se il bambino è molto piccolo (intorno, appunto, ai 7, 8, 9 anni) va seguito e incoraggiato molto da vicino durante la rimozione e l’applicazione delle lenti. Il tipo più consigliato di lente a contatto risulta allora essere quella usa e getta.

L’uso delle lenti a contatto è molto vantaggioso per un bambino:

  • AUMENTA LA QUALITÁ DELLA VISTA Perché, a differenza degli occhiali, non impedisce la visione periferica.
  • LO FA SENTIRE LIBERO …di giocare, saltare, fare sport.
  • HA UN COSTO CONTENUTO Sono più economiche degli occhiali, anche in ragione del loro utilizzo che può essere occasionale (per esempio durante lo sport).